Sei cose che ancora non sai sullo yoga!


yoga_al_lagoLo yoga è di per sé una disciplina straordinaria. Non soltanto permette di sciogliere tensioni e di sentirsi meglio, ma rende chi lo pratica anche una persona migliore, grazie ad uno stile di vita più sano. Chiunque pratichi lo yoga anche soltanto una volta, viene in qualche modo affascianato tanto da non poterne più fare a meno.

SpaDreams è talmente coinvolta nel mondo dello yoga da aver scoperto alcuni aspetti che probabilmente ancora non conosci di questa filosofia indiana. Vediamoli insieme!

  • Numero 1:

Lo yoga, così come lo conosciamo oggi, non ha molto a che fare con quello antico. In origine, infatti si praticavano soltanto un paio di esercizi fisici che avevano esclusivamente una funzione: quella di permettere al corpo di rimanere quanto più a lungo nella posizione del loto.

  • Numero 2:

Il Bhagavad Gita, una delle scritture principali dell’induismo, è uno dei libri più letti in assoluto. Molti induisti sono in grado di recitarne i 700 versi a memoria. Ma cosa ha a che fare con lo yoga? Presto detto: tra le sue pagine, il dio indù Krishna spiega la filosofia dello yoga in 18 canti, che spaziano dallo yoga della conoscenza, a quello della riflessione sino a quello della rinuncia.

  • Numero 3:

sessione_yogaIl sanscrito, la lingua dello yoga, è in pericolo d’estinzione. È considerata la lingua parlata più antica al mondo, ma probabilmente non ancora per molto. Si tende a paragonare il sanscrito in India con il latino in Europa. Oggigiorno il sanscrito è parlato principalmente nei rituali e, nella vita di tutti i giorni, ha scarsa rilevanza. Il tentativo del governo indiano di rilanciare l’uso del sanscrito non ha prodotto grandi risultati.

  • Numero 4:

È dimostrato che lo yoga rende scaltri! Nel 2012, alcuni ricercatori dell’Università dell’Illinois hanno rivelato, attraverso uno studio, che già dopo 20 minuti di pratica dello yoga, la memoria diviene più rapida e precisa e le nuove informazioni vengono memorizzate nel cervello più facilmente. Una pratica di “confronto” è, in questo caso, l’aerobica, ma gli yogi superano di gran lunga i loro avversari “di disciplina” con il loro potere di ragionamento.

  • Numero 5:

Lo yoga dovrebbe essere praticato a stomaco vuoto. È consigliabile mangiare almeno tre o quattro ore prima degli esercizi. La ragione è che la parte centrale del corpo subisce in tal modo una maggiore sollecitazione ed una più intesa stimolazione. Nel frattempo, si dovrebbe anche evitare di bere.

  • Numero 6:

yoga_donnaSubito dopo lo yoga, la doccia è assolutamente vietata! Gli esercizi hanno lo scopo di alimentare il calore corporeo e di stimolare il “fuoco” digestivo. Questo calore dovrebbe restare per un po’ nel corpo. Dunque, meglio fare una doccia direttamente a casa e non rincasare con i mezzi pubblici…

  • Namaste :)!
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someoneShare on StumbleUponShare on TumblrPrint this page
Nessuna valutazione fino adesso.
1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle
Loading...

Tag:, , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *