Balneoterapia

Balneoterapia

Effetti benefici e rilassanti dell’acqua

Scoprite l'hotel ideale per fare una balneoterapia

La forza curativa dell'acqua

Il termine balneologia deriva dal greco (balaneion, bagno e –logia, studio) ed è lo studio dell'uso terapeutico delle sorgenti curative naturali, gas e peloidi sotto forma di bagni, cure idropiniche e inalatorie. Fa parte della medicina tradizionale di molte culture e trova origine in sorgenti calde, fredde o altre fonti salate come il Mar Morto. Già i greci e i romani nel 1 secolo a.C. usavano soluzioni acquose con acqua fredda o calda come trattamento preventivo e terapeutico di varie malattie.

La balneoterapia usufruisce solo l’acqua proveniente dalle sorgenti minerali con un alto contenuto di soluti minerali come ad esempio il biossido di carbonio, anidride carbonica, solfuro di idrogeno, e materiali radioattivi. La differenza tra la balneoterapia e altri bagni terapeutici, come l’idroterapia, sta difatti nella composizione dell'acqua utilizzata. Mentre l’idroterapia classica viene effettuata con acqua pura, l’acqua per la balneoterapia viene arricchita con additivi minerali, poiché, per essere efficiente, deve sempre contenere una percentuale minima di sostanze disciolte di almeno 1 grammo per chilogrammo. Gli ingredienti disciolti in acqua (zolfo, iodio, magnesio, ferro, biossido di carbonio e radium) vengono assorbiti attraverso la pelle e le mucose, rilassando il corpo e rafforzando il sistema immunitario.

La balneoterapia può essere raccomandata per una vasta gamma di malattie tra cui artrite, infiammazioni del tessuto cutaneo, malattie della pelle, malattie psicosomatiche, fibromialgia (dolore e rigidità muscolare), mal di schiena, disturbi della digestione e lesioni sportive dopo infortuni. Inoltre, aiuta anche a rimuovere le cellule morte e le tossine nel corpo. Allevia non solo i disturbi fisici ma anche le malattie psicosomatiche, in particolar modo aiuta a ridurre lo stress, depressione e ansia.

Balneoterapia

Guarigione attraverso l'acqua arricchita

Le pratiche più comuni della balneoterapia sono l’immersione del corpo nell’acqua o nel fango minerale e i massaggi con l’acqua in movimento, entrambi possono essere applicati sia con acqua calda che con acqua fredda. La temperatura dell'acqua ha un ruolo importante, perché a seconda di quanto alta sia, agisce come effetto stimolante o calmante sul metabolismo e il sistema cardiovascolare. La differenza di temperatura tra il corpo e l’acqua provoca delle reazioni e degli effetti positivi: allevia la congestione interna, attenua i dolori e stimola la circolazione lenta o debole.

In aggiunta la balneoterapia include trattamenti quali le terapie idropiniche e inalatorie e altre forme di balneazione, ad esempio la talassoterapia, che si effettua con torba e alghe alle rive del mare, oppure la fangoterapia, in cui vengono ampiamente utilizzate le argille e il fango. La terapia inalatoria viene effettuata grazie all’aggiunta di oli essenziali nell’acqua riscaldata e può essere usata per alleviare le malattie respiratorie e nei casi di sinusite, bronchite, allergie o asma. Mentre la talassoterapia e i bagni di fango hanno un effetto benefico sulle malattie articolari come reumatismi e artrite e sono utili nella riabilitazione dopo gli infortuni e gli incidenti. Per le malattie polmonari è preferibile anche la balneoterapia in acqua salata o aria salmastra, che stimola il metabolismo, migliora la pelle, aumenta la circolazione sanguigna e facilita la disintossicazione.

Come per qualsiasi trattamento medico, la balneoterapia deve essere discussa con un medico prima di iniziare il trattamento, poiché una serie di condizioni come malattie al cuore o la gravidanza possono provocare un grave effetto negativo. Se volete scoprire di più sul tema e cercare l’hotel adatto a voi, con programmi specializzati sulla balneoterapia, non esitate a chiamare il team di SpaDreams! 

I migliori hotel con la balneoterapia

Prenota ora la tua individuale vacanza con la balneoterapia!